Tao magazine Ultime da TaoMagazine

Trasforma la tua salute con il biohacking

0 Commenti
1851
03 apr 2023


Viviamo in un momento storico dove, purtroppo, l’aria che respiriamo non è pura e nemmeno il cibo che ingeriamo. Di conseguenza, il nostro corpo è inquinato e presenta molte tossine, acidi e sostanze nocive che, a lungo andare, possono provocare serie patologie.

Diverse tecniche di biohacking possono tuttavia aiutare a trasformare la nostra salute attraverso fasi di pulizia, rinnovamento e ricarica. Questo processo importante di disintossicazione del corpo da scorie e tossine sta alla base della salute, prevenendo le malattie. 

Prima di approfondire la disintossicazione, è obbligatorio definire le tossine che sono di matrice extracellulare, scarti che si trovano dentro le cellule, fuori dalle cellule e nella circolazione linfatica. Esse influiscono sullo scambio enzimatico tra cellule, intercettando le vitamine e disgregandole prima. Le tossine, uno dei pilastri dell’invecchiamento, condizionano la performance del metabolismo e della salute in generale.


Ma come entrano le tossine nel nostro corpo?

Il cibo genera tossine durante il processo digestivo. Una volta introdotte nell’apparato digerente, le tossine vengono lavorate, vanno in circolo e poi vengono pulite da diversi organi che hanno un’azione di filtraggio e le espellono con l’urina, le feci, la sudorazione e la pelle.


Succede spesso che introduciamo delle tossine che sono dannose come, ad esempio, le neurotossine nei crostacei che provocano tachicardia e agitazione. 

Ma si possono trovarne di dannosissime in cibi che consumiamo abitualmente come il mais, riso, noci, grano, fagioli, latte, uova e carne. Questi alimenti, soprattutto i cereali, sono il terreno migliore per la nascita di alcune muffe che favoriscono lo sviluppo delle aflatossine, alcune delle sostanze più cancerogene presenti nell’ambiente che possono essere anche concausa di patologie neurologiche.


Per evitare che queste sostanze entrino nel nostro corpo, è fondamentale conservare bene i cibi a casa e assicurarsi che i pacchi di pasta, riso, cereali e altri derivati non vengano lasciati aperti, in quanto possono sviluppare le aflatossine. Lo stesso dicasi per le confetture, le verdure in vaso ed i sughi. È preferibile buttare un vasetto aperto da molti giorni dato che ci possono essere batteri e funghi e comprare invece delle porzioni più piccole.


Come liberare il corpo da tossine


Spesso il nostro corpo attacca le tossine avvolgendole col muco e le deposita da qualche parte. I posti preferiti delle tossine sono il fegato e la linfa. Per eliminarle bisogna fare un lavoro di disintossicazione e drenaggio. La disintossicazione è l’atto di liberare i tessuti dalle tossine, buttandole fuori e rimettendole in circolo. 


L’omotossicologia, metodica medica basata sullo studio di presunti fattori tossici per l'uomo, classifica la disintossicazione in sei fasi, da quella ideale (escrezione, dove le tossine vengono eliminate quotidianamente e non entrano nel sistema di flusso) a quella peggiore (dedifferenziazione, quando le tossine prendono il il sopravvento sull'intero organismo e causano il cancro). 

Per portare il corpo in salute bisogna applicare tutte le strategie di biohacking per raggiungere e rimanere nella fase di escrezione. Se siamo in questa fase, abbiamo infatti più energia e riusciamo ad allontanare tutte le fasi dell’invecchiamento.


La disintossicazione deve essere accompagnata dal drenaggio, fondamentale per qualsiasi tipo di biohacking. Il lavoro di drenaggio (che deve essere il doppio di quello di disintossicazione) è il processo con cui le tossine vengono portate fuori e fatte scorrere nella linfa e nel sangue per uscire dal corpo. La prima regola del drenaggio consiste nel bere un bicchiere di acqua naturale, a temperatura ambiente e a basso residuo, ogni ora oppure 30ml per chilogrammo corporeo al giorno. La seconda regola è il movimento. Mentre il sistema cardio circolatorio ha una pompa, il cuore, e quindi ha movimento, la linfa ristagna completamente e si muove solo se ci si muove. Più si muove il corpo, più circola la linfa e più c’è speranza che si muovano le tossine.


Tecniche di biohacking per facilitare la disintossicazione


Cambiare dieta e prediligere alimenti con tanti nutrienti utili, digeribili da cui il corpo sa estrarre i principi attivi è la prima strategia per aiutarci a fare escrezione. Questo tipo di cibo richiede poca energia per consumarlo e ha un basso residuo tossico per il corpo. 

Si tratta di alimenti che sono compatibili con il nostro metabolismo e il nostro DNA. Sono soggettivi e bisogna saper riconoscere quali siano quelli più digeribili e che richiedono un basso consumo energetico per essere lavorati dal nostro organismo da quelli che, invece, ne richiedono tanto. 


Un’altra tecnica biohacking che può facilitare il processo di disintossicazione è Taopatch®. Il nostro dispositivo medico nanotecnologico, attraverso l’emissione di lunghezze d’onda di luce terapeutica, può stimolare la produzione di ATP nei mitocondri, energia che le cellule utilizzano per comunicare meglio tra di loro. Con più carburante, le cellule riescono a lavorare meglio, svolgendo le loro funzioni come dovrebbero. Si può ottenere, di conseguenza, un miglior metabolismo cellulare. 


Combinato con una corretta idratazione e movimento, Taopatch® può aiutare ad eliminare le tossine. Se già lo indossi, avrai visto come, soprattutto nei primi mesi, l’area attorno al cerotto sia prona all’irritazione. Questo normale evento succede perché nell’area di applicazione del dispositivo aumenta il poter antiossidante, aumenta l’ATP e il metabolismo cellulare.


Le tossine che escono dalla pelle sono un’indicazione che tutte le mucose interne sono infiammate, ma nei mesi successivi la pelle sarà meno arrossata perché ci saranno meno tossine che dovranno uscire.

Il lavoro di disintossicazione e trattamento metabolico con Taopatch® può funzionare solo con un’abbondante idratazione e regolare movimento.  Senza queste tre componenti applicazione, idratazione e movimento non ci può essere biohacking.


Vuoi cambiare la tua salute iniziando dalla disintossicazione? Allora, prova Taopatch® per vedere come può aiutarti a portare il tuo corpo verso il benessere. Clicca qui: www.taopatch.com

Comunicazione rivolta ad operatori professionisti. 


4.0
Ultima modifica: 04 aprile, 2023
Articoli correlati: Come il cambio d'ora influenza la salute Regala salute e benessere a San Valentino con Taopatch®! Taopatch® su Più Salute & Benessere Le migliori tecniche di biohacking per il sonno Biohacking posturale Come alleviare l'affaticamento estivo con il biohacking La Posturologia e le linee guida del Ministero della Salute Biohacking, impariamo a prevenire Il Dr. Fabio Fontana, il Dr. Paolo Bari e il Prof. Alberto Lomeo ospiti a Sulle Ali della Salute Il Dr. Fontana a TG PLUS SALUTE: Che cos'è Taopatch®
Trasforma-la-tua-salute-con-biohacking-taopatch-nanotecnologia-omotossicologia

Nessun commento ancora...

dispiace solo registrati e loggati possono inviare commenti. Accedi o registrati.