Tao magazine Ultime da TaoMagazine

L'acqua è vita

0 Commenti
748
21 giu 2022

Scopri come bere molta acqua sia indispensabile per la nostra terapia e la salute del tuo corpo.

La stagione estiva è appena iniziata e con essa, tutte le implicazioni che il caldo può avere sulla nostra salute, se non si dovessero prendere le dovute precauzioni. Abbiamo visto come bere molta acqua sia la strategia più efficace per tenere il corpo idratato e in salute. Questa pratica dovrebbe però diventare un’abitudine da adottare tutto l’anno.

Insieme ad una corretta ed equilibrata alimentazione, l’idratazione è infatti una tecnica di biohackingfondamentale se abbinata all’utilizzo dei nostri dispositivi nanotecnologici Taopatch®. 

Rilasciando lunghezze d’onda di luce terapeutica, Taopatch®stimola le cellule del nostro corpo a produrre ATP, energia principale che le cellule usano per funzionare al meglio. La luce produce e regola l’energia accelerando così i nostri processi metabolici.

La luce è la terapia più economica, la più sicura fonte di energia e la migliore tecnica di biohacking esistente. Per essere sicuri che funzioni, però, bisogna che ci sia la giusta quantità di acqua nell’organismo. 

Non può esserci salute se non c’è la giusta terapia luminosa, ma se non c’è la giusta idratazione, tutto il lavoro della terapia luminosa sarà invano. Infatti, la terapia luminosa è in grado di muovere molte tossine; è importante perciò bere molta acqua per facilitarne l’espulsione. 

Niente si muove senza acqua. Se il primo mezzo di trasporto e solvente di tutte le sostanze non è presente in abbondanza nel nostro corpo, non si muoverà niente. Bere un bicchiere d’acqua ogni ora o 30 ml di acqua per kg di peso corporeo al giorno aiuta a pulire l’organismo. Le cellule del nostro corpo sono fatte d’acqua e sono immerse nell’acqua. Esse mangiano nutrimenti e ossigeno e scaricano delle sostanze biologiche con azione dannosa (tossine). Senza l'assunzione d'acqua, le tossine non vengono eliminate, ma rimangono tra le cellule, sommergendole. Le persone che non bevono acqua ogni ora, purtroppo presentano molte tossine nel corpo e nella mente (sia il sistema linfatico che il cervello drenano tossine), problema che può essere trattato con una grande re-idratazione.  

Per idratare profondamente il nostro corpo, dobbiamo scegliere il tipo d’acqua ideale. L’acqua che beviamo determina il tipo di idratazione e il risultato che possiamo ottenere sul nostro organismo. Bere acqua a basso residuo fisso —ossia, con una quantità di minerali minore o uguale a 55ml, dopo il processo di evaporazione — è quella ideale perché è quella più leggera.

Se dobbiamo disintossicare il corpo da tossine, l’acqua deve essere infatti più vuota e fluida possibile per essere in grado di pulire adeguatamente, quindi priva di sali minerali (questi possono essere introdotti con frutta e verdura). 

Deve essere dunque un’acqua a basso residuo e a temperatura ambiente. Non può essere gassata, in quanto contiene minerali (in particolare sodio, magnesio, potassio e calcio) non facilmente assimilabili dall’organismo. Inoltre, una maggior concentrazione di queste sostanze può determinare ritenzione idrica.

L’abitudine di bere bibite gassate o succhi di frutta, non sostituisce l’acqua di cui abbiamo bisogno. Anzi, una preferenza prolungata per il gusto di queste bibite, riduce l’impulso di bere l’acqua, anche quando esse non sono disponibili, conducendo alla disidratazione. 

Tutto nel corpo funziona meglio a bassa viscosità: le proteine e gli enzimi del corpo agiscono con maggior efficienza in soluzioni di minore viscosità. Mentre, in soluzioni di maggiore viscosità e in uno stato di disidratazione, proteine ed enzimi diventano meno efficienti nel riconoscere la sete del corpo. Di conseguenza, se ci sono zone aride, il sistema, nel complesso, non può esercitare la sua regolare funzionalità.     

La disidratazione può causare la perdita di alcune funzioni fondamentali e dei sofisticati meccanismi di regolazione idrica del corpo. Secondo il Dott. Fereydoon Batmanghelidj, autore del libro Il tuo corpo implora l’acqua, numerose malattie sono infatti legate ad una scorretta idratazione e se tutti si idratassero correttamente, si eliminerebbe il 70% delle patologie. 

La diagnosi stessa di queste malattie viene fatta supponendo che le segnalazioni di dolori e infiammazioni siano dovute a cause diverse dall’idratazione, quando in realtà sono indicatori di una sete regionale e della siccità del corpo. Sono sintomi che sul nascere possono essere curati con una maggior assunzione d’acqua, ma che vengono impropriamente trattati con l’uso di prodotti chimici commerciali. 

In questa maniera, ignorando le vere cause e sopprimendo i sintomi con farmaci, la patologia si stabilizza e diventa malattia. Per fare una diagnosi corretta, serve invece far idratare il paziente prima e poi valutare la natura dei disagi, se persistono. 

Considerando che l'acqua è il principale costituente del corpo umano e rappresenta circa il 60% del peso negli uomini e il 55% nelle donne, si dovrebbe prestare più attenzione alle numerose funzioni chimiche dell’acqua nel nostro organismo e chiedersi se essa sia correttamente distribuita dai sistemi di razionamento. Se non è distribuita come dovrebbe, il metabolismo non riuscirà più a sfruttare i liquidi bene come prima. Questo, combinato con la costante carenza d'acqua, potrebbe causare nel tempo una disidratazione stabile e cronica.

Il Dott. Batmanghelidj afferma che l'acqua è la miglior medicina e come la sua assunzione sia in grado di migliorare i dolori dispeptici e gastrointestinali, le tensioni, le contratture e gli squilibri metabolici. Asserzione non sorprendente, visto che, oltre alle importanti funzioni di eliminazione delle tossine ed i rifiuti tossici, l'acqua ci aiuta a digerire e assorbire il cibo, regolare la temperatura corporea, far circolare il sangue, proteggere i tessuti, organi e articolazioni ed è la miglior forma per alimentare la concentrazione e lo studio. Un bicchiere d’acqua non solo ci disseta, ma ci tiene letteralmente in vita, aiutandoci a trasportare sostanze nutritive e ossigeno alle nostre cellule.

Se una cellula riceve più acqua e luce, riesce a svolgere più efficacemente le funzioni del nostro corpo. Il messaggio quindi è chiaro e cristallino: bevi più acqua e nutri il tuo corpo di luce!

Vuoi provare il nostro dispositivo nanotecnologico? Clicca qui per prenotare una consulenza Buy&Trywww.buy&try.com

0.0
Ultima modifica: 29 agosto, 2022
Articoli correlati: News: Taopatch® e lo studio di UniPa sull'aumento della produzione di Vitamina D ​I benefici della Vitamina D Taopatch® migliora l'equilibrio e aumenta la produzione di Vitamina D in pazienti con SM L'Estate e la Vitamina D Storie di vita reale, "I Taopatch® hanno migliorato la mia vita" Nanotecnologia e prevenzione nell'attività sportiva Il Gazzettino: Quel "bottone" mi ha ridato la vita | Leggi online Taopatch e sclerosi multipla sul Gazzettino: "Quel bottone mi ha ridato la vita" Confermato il collegamento tra QI e speranza di vita Noci e arachidi per una vita più lunga e più sana
acqua biohacking estate idratazione luceterapeutica taopatch

Nessun commento ancora...

dispiace solo registrati e loggati possono inviare commenti. Accedi o registrati.