Tao-News Ultime news

Tomografia Computerizzata per vedere gli Agopunti

0 Commenti
5985
13 ago 2016

LA Medicina Tradizionale Cinese è una delle discipline mediche più usate al mondo, miliardi di persone sono state trattate con questa arte medica e/o con le discipline che ne fanno parte o ne derivano, come l'agopuntura, la digitopressione, eccetera. 

E' la più antica disciplina al mondo secondo molti (Anche se l'Ayurveda è ancora più antico) e si basa prima di tutto sull'equilibrio energetico del corpo, con particolare riferimento ai meridiani energetici. 

La scienza occidentale ha sempre posto resistenza a queste teorie anche se le pubblicazioni scientifiche in ambito di agopuntura sono migliaia. 

Molte ricerche hanno negli ultimi 2 decenni dimostrato l'esistenza di vie di superconduzione elettromagnetica nel corpo, come ad esempio il lavoro di Yoshio Nakatani che trovò strumentalmente i meridiani Ryodoraku (linee della buona conducibilità) che si sovrapponevano perfettamente ai 12 principali meridiani della medicina tradizionale cinese. 

Anche nel metodo di applicazione Taopatch c'è molto della medicina tradizionale cinese e vengono spesso usati agopunti o punti ryodoraku per ottenere un'azione di riequilibrio o per far scorrere il segnale all'interno di un arto, un muscolo o un organo.  Come spieghiamo nei corsi di applicazione Taopatch di primo livello e ancor più nel corso Taopatch di secondo livello e quello di Bioregolazione e Biofeedback.

Ora un altro metodo è stato utilizzato per mettere in evidenza questi punti. 

Attraverso la Tomografia Computerizzata a raggi X è stato possibile mettere in evidenza i punti di agopuntura con sufficiente chiarezza e questo aiuta a renderci conto che questi punti del corpo hanno caratteristiche fisiche (conucibilità, emissione, temperatura) diverse dalle altre aree del corpo circostanti. 

Lo studio dimostra infatti che ci sono molte differenze tra la aree anatomiche degli agopunti e le aree anatomiche non considerate agopunti. 

Il punto di agopuntura differisce anche per una diversa aggregazione microvascolare rispetto ad altre aree. 

Quindi oggi oltre alle già note proprietà di conducibilità elettrica e resistività cutanea sono state evidenziate altre caratteristiche. 

Questo porta ancor più motivazione alla nostra mission e ci ripaga delle scelte fatte già da diversi anni, prevedendo come sarà la medicina del futuro.

Da anni infatti utilizziamo un sistema di diagnostica Ryodoraku per monitorare l'equilibrio dei sottosistemi (meridiani e organi) e li riequilibriamo attraverso un approccio biofisico con la nanotecnologia. L'introduzione a questa metodica e all'approccio della Bioregolazione è base del corso "Bioregolazione e BiofeedBack" che ha lo scopo di dare una visione diversa della relazione tra squilibrio energetico e stato di salute. 

Ecco la pubblicazione scientifica ufficiale:

CT scans reveal anatomical structures of acupuncture points. This new finding demonstrates the physical existence of acupuncture points. A CT (computerized tomography) scan is a series of X-rays used to create cross-sectional images. In this study published in the Journal of Electron Spectroscopy and Related Phenomena, researchers used in-line phase contrast CT imaging with synchrotron radiation on both non-acupuncture points and acupuncture points. The CT scans revealed clear distinctions between the non-acupuncture point and acupuncture point anatomical structures.

Acupuncture points have a higher density of micro-vessels and contain a large amount of involuted microvascular structures. The non-acupuncture points did not exhibit these properties.

The researchers note that the state-of-the-art CT imaging techniques used in this study allow for improved three-dimensional (3D) imaging of a large field of view without artifacts. This greatly improves imaging of soft tissue and allowed the researchers to make this important discovery.

The acupuncture points ST36 (Zusanli) and ST37 (Shangjuxu) were shown to have very distinct structural differences than surrounding areas. At the acupuncture points, microvascular densities with bifurcations “can be clearly seen around thick blood vessels” but non-acupuncture point areas showed few thick blood vessels and none showed fine, high density structures. The acupuncture points contained fine structures with more large blood vessels that are several dozen micrometers in size plus beds of high density vascularization of vessels 15-50 micrometers in size. This structure was not found in non-acupuncture point areas.

The researchers note that the size of an acupuncture point “can be estimated by the diameter of microvascular aggregations….” They also commented that other research has found unique structures of acupuncture points and acupuncture meridians using MRI (magnetic resonance imaging), infrared imaging, LCD thermal photography, ultrasound and other CT imaging methods. The researchers commented that many studies using these technological approaches have already shown that acupuncture points exist. They note that “the high brightness, wide spectrum, high collimation, polarization and pulsed structure of synchrotron radiation” facilitated their discovery. They concluded, “Our results demonstrated again the existence of acupoints, and also show that the acupoints are special points in mammals.”

In another interesting study, researchers used an amperometric oxygen microsensor to detect partial oxygen pressure variations at different locations on the anterior aspect of the wrist. The researchers concluded that partial oxygen pressure is significantly higher at acupuncture points. Below are images from the study measuring the increase of partial oxygen pressure combined with an overlay of the local acupuncture point locations. The images map the Lung, Pericardium and Heart channels and their associated local points. Acupuncture points P7 and P6 clearly show high oxygen pressure levels as do the other acupuncture points in the region.

These measurements are not needled points but are natural resting states of acupuncture points absent stimulation. A truly unique finding, acupuncture points exhibit special oxygen characteristics. Acupuncture points and acupuncture channels are scientifically measurable phenomena in repeated experiments.

This is an oxygen picture of PC6.

 

 

This an image of PC7.

 Le TAC rivelano le strutture anatomiche dei punti di agopuntura. La  scannerizazione computerizzata topografica rivela la struttura anatomica dei punti di agopuntura. Il Ct è una serie di raggi x utilizzati per creare immagini  a sezione trasversale.

In questo studio pubblicato all’interno della rivista “Journal of Electron Spectroscopy and Related Phenomena” i ricercatori hanno utilizzato  un CT a contrasto con radiazioni di sincrotrone su entrambi i punti, sia di agopuntura che non.

Lo scanner ha rivelato una distinzione chiara tra la struttura anatomica dei punti di agopuntura da quelli che non lo sono.

I punti di agopuntura possiedono una più alta densità di micro capillari  e contengono  un ammontare maggiore di strutture microvascolari involute.

I punti di NON AGOPUNTURA non hanno presentato queste caratteristiche. I ricercatori fanno notare che le tecniche all’avanguardia di rappresentazione del CT   utilizzate in questo studio consentono di migliorare (3D) la visualizzazione tridimensionale di un campo visivo maggiore senza artefatti.

Questo migliora enormemente l’immagine dei tessuti molli e ha consentito alla ricerca di fare questa importante scoperta.

Si è dimostrato che per i punti di agopuntura ST36(Zusanli)  E ST37 (Shangjuxu)le differenze strutturali sono distinte con rispetto alle aree circostanti.

Nei punti di agopuntura, densità microvascolari con biforcazioni “possono essere chiaramente  viste attorno ai vasi sanguigni di spessore", ma le aree identificate come DI NON AGOPUNTURA  hanno mostrato pochi  vasi sanguigni di spessore e nessuno ha mostrato, le strutture ad alta densità .

I punti di agopuntura contengono strutture con vasi sanguigni  più grandi che sono diverse decine di micrometri a più alta densità di vascolarizzazione dei vasi 15-50 micrometri di dimensione. Questa struttura non è stata rilevata nelle zone dei punti di non agopuntura.

I ricercatori fanno notare che la dimensione di un punto di agopuntura "può essere stimato dal diametro di aggregazione microvascolare ." Hanno anche osservato come altre ricerche abbiano  evidenziato strutture uniche di punti di agopuntura e meridiani di agopuntura mediante MRI (risonanza magnetica), imaging a raggi infrarossi, fotografia termica  LCD, ultrasuoni e altri metodi di imaging CT.  

I ricercatori hanno osservato che molte ricerche che utilizzano  questi approcci tecnologici hanno già dimostrato che i punti di agopuntura esistono. Essi evidenziano che "l'alta luminosità, ad ampio spettro, ad alta collimazione, la polarizzazione e la struttura ad impulsi di radiazione di sincrotrone" facilitano la  loro scoperta. 

Essi hanno così concluso : "I nostri risultati hanno dimostrato ancora una volta l'esistenza di punti di agopuntura, e mostrano anche che i punti terapeutici sono punti speciali nei mammiferi".

In un altro interessante studio, i ricercatori hanno utilizzato un microsensore di ossigeno amperometrico  per rilevare le variazioni parziali di pressione di ossigeno nelle  diverse posizioni sulla facciata  anteriore del polso. Hanno concluso che la pressione parziale di ossigeno è significativamente più alta nei punti di agopuntura. 

Queste sono immagini relative allo studio misurando l'aumento della pressione parziale di ossigeno in combinazione con una sovrapposizione delle posizioni dei punti di agopuntura locali. Le immagini mappano il polmone, il pericardio e i canali del cuore ed i punti locali associati. 

I Punti di agopuntura P7 e P6 mostrano chiaramente gli elevati livelli di pressione dell'ossigeno come  del resto gli altri punti di agopuntura dimostrano in questa regione.

Queste misure non sono punti di applicazione,ma sono stati definiti punti naturali  di riposo di agopuntura assenti da stimolazione. 

Un risultato davvero unico, punti di  agopuntura  che presentano specifiche caratteristiche ossigeno. Punti di agopuntura e canali di agopuntura sono fenomeni scientificamente misurabili in ripetuti esperimenti. 

References:
Chenglin, Liu, Wang Xiaohu, Xu Hua, Liu Fang, Dang Ruishan, Zhang Dongming, Zhang Xinyi, Xie Honglan, and Xiao Tiqiao. "X-ray phase-contrast CT imaging of the acupoints based on synchrotron radiation." Journal of Electron Spectroscopy and Related Phenomena (2013).
Author Affiliations:
1. Liu Chenglin, Wang Xiaohua, Xu Hua; Physics Department of Yancheng Teachers’ College, Yancheng, China.
2. Liu Fang, Dang Ruishan; Anatomy Department of Second Military Medical University, Shanghai, China.
3. Zhang Dongming, Zhang Xinyi; Synchrotron Radiation Research Center of Fudan University, Shanghai, China.
4. Xie Honglan, Xiao Tiqiao; Shanghai Synchrotron Radiation Facility of Shanghai Institute of Applied Physics, Shanghai, China.

Minyoung Hong, Sarah S. Park, Yejin Ha, et al., “Heterogeneity of Skin Surface Oxygen Level of Wrist in Relation to Acupuncture Point,” Evidence-Based Complementary and Alternative Medicine, vol. 2012, Article ID 106762, 7 pages, 2012. doi:10.1155/2012/10a6762.

Yan X H, Zhang X Y, et al. Do acupuncture points exist? [J]. Physics in Medicine and Biology, 54 (2009):N143–N150.

Zhang Y, Yan X H, Liu C L, et al. Photoluminescence of acupuncture points “Waiqiu” in human superficial fascia [J]. J Lumin. 2006, 119-120:96-99.

Julia J. Tsuei, Scientific Evidence in Support of Acupuncture and Meridian Theory: I. Introduction. IEEE Engineering in Medicine and Biology Magazine. 1996, 15(3):58-63.

Li Lei, Yau To, Yau Chuen-heung. What Is the Origin of Acupoint. J. Acupunct. Tuina. Sci. 2012, 10 (2):125-127.

Song X J, Zhang D. Study on the manifestation of facial infrared thermography induced by acupuncturing Guangming (GB 37) and Hegu (LI 4) [J]. Chinese Acupuncture & Moxibustion. 2010, 30(1):51-54.

Liu P, Zhou G Y, Zhang Y, et al. The hybrid GLM‒ ICA investigation on the neural mechanism of acupoint ST36: An fMRI study [J]. Neuroscience Letters, 2010, 479: 267-271.

Fei L, Cheng H S, et al. The experimental exploration and the research prospects about the material basis and the functional characteristics of the meridian [J]. Chinese Science Bulletin, 1998, 439(6):658-672.

0.0
Ultima modifica: 17 agosto, 2016
acupoint agopunto agopuntura dimostrati agopunti medicina tradizionale cinese mtc ossigenazione pubblicazione punti di agopuntura scienza uffuciale taopatch tomografia computerizzata

Nessun commento ancora...

dispiace solo registrati e loggati possono inviare commenti. Accedi o registrati.